Giornata Zero Emissioni il 21 settembre

Zero emissioni per un mondo più pulito e vivibile: se “la goccia scava la pietra”, gutta cavat lapidem, come recita un antico detto nella nostra (e non solo nostra…) lingua madre, il latino, tante piccole azioni coordinate verso uno sforzo, ovvero un obiettivo comune, possono fare  la differenza.

In questo senso va letto il motto della Giornata Zero Emissioni, organizzata con cadenza annuale in data 14 settembre, secondo il quale è proprio la singola azione che fa la differenza.
Quindi le scelte quotidiane, fatte dalla gente comune, possono e devono diventare il motore primo per ridurre le emissioni e trovare soluzioni più sostenibili, per dare in definitiva respiro al nostro pianeta, sempre più accerchiato da emergenze di vario tipo, ambientali e non.

La Giornata Zero Emissioni era stata organizzata per la prima volta nel 2008 in Canada, in particolare nella provincia della Nuova Scozia, da molti considerata un vero e proprio paradiso naturalistico, costellato da pittoreschi villaggi di pescatori, promontori fatati e insenature nascoste. Quale migliore location, dunque, per dare il via a questa giornata/iniziativa, oggi curata da Climate Leadership Coalition (CLC), ovvero la più grande organizzazione no-profit in Europa nel campo dello studio dei cambiamenti climatici?

CLC che, per la cronaca, conta su  87 membri operativi fra i quali associazioni, università,  municipalità, istituti di ricerca e fondazioni, per la precisione ha iniziato a organizzare l’evento nel 2017 in Finlandia;  conosciuto anche come ZeDay, è progettato e ideato per dare una chance al mondo di vivere senza (o senza troppi) combustibili fossili e per sensibilizzare sui danni causati dalle emissioni di carbonio, con  l’obiettivo di coinvolgere le persone verso scelte più rispettose del clima nella loro vita personale.

La Giornata internazionale o mondiale che dir si voglia può fornire a ognuno di noi  anche lo spunto per pensare a come comportarci e a che cosa fare per ridurre le emissioni nocive di carbonio.

Per un turismo rispettoso dell’ambiente:
http://www.limedizioni.com/portfolio/guideturistiche/

I commenti sono chiusi.